Falcone: in Sicilia da novembre 5 nuovi treni elettrici

Red/Cro/Bla

Roma, 25 lug. (askanews) - "La Sicilia è stata fra le primissime Regioni italiane a stipulare il nuovo contratto di servizio con Trenitalia, conducendo una trattativa lunga sei mesi che ha portato però ad importanti ricadute per il territorio. Di fatto si è aperta una nuova fase nei trasporti ferroviari isolani. Sostenere che tutto stia peggiorando appare tanto infondato quanto ingeneroso nei confronti degli sforzi di tutte le parti in causa". L'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone risponde alla presa di posizione unitaria delle sigle sindacali dei trasporti riguardo le presunte "carenze di Trenitalia nella gestione del contratto di servizio in Sicilia".

"Proprio ieri, a Roma - spiega Falcone - il Governo Musumeci ha pattuito con l'ad di Trenitalia Orazio Iacono l'entrata in servizio a novembre non di quattro, bensì di cinque nuovi treni elettrici che serviranno la tratta oggi più penalizzata, cioè la Messina-Palermo. Ulteriori sette nuovi convogli saranno operativi in Sicilia entro il 2021. Nel contratto, inoltre, abbiamo imposto a Trenitalia di non effettuare aumenti delle tariffe, di prevedere pacchetti sconto per le famiglie ed il trasporto gratuito delle bici, incentivando la mobilità sostenibile".

(Segue)