Falle nei controlli: da Parigi in Siria a 17 anni, lo Stato risarcirà la famiglia

Il consiglio di Stato francese ha condannato lo Stato a pagare 15mila euro di risarcimento ai genitori di una ragazza minorenne che è riuscita a lasciare la Francia per andare in Siria.

Le CE ordonne l’indemnisation des parents d’une jeune femme mineure ayant quitté la France pour la Syrie : https://t.co/ezOVzvSbCa pic.twitter.com/7Z2kG1SefO— Conseil d‘État (@Conseil_Etat) 26 aprile 2017

Il fatto risale al novembre del 2013 quando la giovane, all’epoca 17enne, riuscì a passare la frontiera all’aeroporto parigino di Orly e ad imbarcarsi su un volo per Istanbul, prima tappa del suo viaggio verso la Siria. Ai controlli di polizia nessuno si è accorto che la ragazza era stata data per dispersa dalla famiglia con tanto di regolare denuncia cinque mesi prima dell’imbarco, quando aveva lasciato la casa dei genitori.

La sentenza potrebbe essere un apripista poiché molte famiglie di giovani convertiti o radicalizzari, hanno chiesto i danni allo Stato francese quando i loro figli hanno abbandonato il Paese per unirsi al sedicente stato islamico.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità