Falsifica il certificato di nascita del figlio per fare un dispetto all'ex: arrestata

Louise Boyce e il suo compagno più recente. Fonte: Facebook


La trentenne Louise Boyce, residente nel Galles, Regno Unito, è finita in manette per aver falsificato il certificato di nascita di suo figlio. Al bimbo, cioè, avrebbe dato il cognome del suo attuale compagno, spacciandolo per il padre biologico, e non invece quello del reale genitore del piccolo ed ex della donna.



"Ho voluto fargli un dispetto perché non siamo in buoni rapporti", ha spiegato la Boyce. Questa falsificazione, tuttavia, le è costata l'arresto per truffa e la condanna a otto mesi di carcere.

Il suo nuovo compagno - quello spacciato per il padre biologico - era a conoscenza della messa in scena, motivo per cui è stato arrestato e sarà anche lui detenuto per otto mesi.



A far emergere la verità sull'identità del bambino sono stati i servizi sociali, che hanno fatto fare il test di paternità ai due uomini. La donna ha ammesso che, al termine della relazione con il compagno precedente, desiderava che "il nuovo fidanzato potesse essere il papà del bambino e che lo adottasse". Motivo per cui, per evitare la trafila burocratica, ha falsificato i documenti.

Louise è ora nuovamente incinta, ma dovrà comunque scontare la sua pena.