Famiglia: Bonetti, 'serve coraggio e impegno di tutti per attuare Family act' (2)

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "La domanda che la denatalità pone alla politica è: quale società vogliamo per queste generazioni. Certamente dobbiamo saper prevedere, ma alla politica spetta, dopo aver previsto, anche precedere. Vogliamo dare prospettiva di realtà ai desideri di tutte le donne e gli uomini, offrire la concretezza di una comunità dove questi desideri non solo vengono sostenuti ma diventano, nel farsi progetto, un impegno collettivo. Vogliamo precedere, fare il passo di chi apre il cammino per il bene. È il primerear – ha detto – quella parola tra le prime con cui il Santo Padre ci ha conquistato, e che è la dinamica feriale della cura. Una famiglia è il luogo in cui questo prevedere e precedere, continuamente e per amore, si fa vita quotidiana, e quel vissuto è la storia delle bambine e dei bambini, degli anziani, delle donne e degli uomini del nostro Paese".

"Non si tratta solo di riconoscere una condizione che è ormai sotto gli occhi di tutti, di prendere coscienza di previsioni che da anni l’allarme dei demografi denuncia. Non possiamo limitarci al necessario calcolo della non sostenibilità economica per un Paese in declino demografico. Più e prima della ferita da sanare c’è il desiderio a cui dar vita. È il tempo di riconoscerlo, questo desiderio inespresso, che c’è: riconoscere il nostro bisogno di avvenire e di speranza, conoscere di nuovo una realtà a cui possiamo ancora dare un’altra direzione e imporre una svolta".

"Riconoscere che singole misure a tempo, precarie, sono inefficaci. Alle giovani famiglie serve visione, fiducia, stabilità di misure: meritano dal Paese un intero piano che le accompagni. Per questo è servita un’intera e integrata riforma delle politiche familiari, la prima nella nostra storia: il Family Act. L’abbiamo proposta e scelta come asse nel percorso di ripartenza e resilienza, perché rimette al centro della storia e delle scelte pubbliche le bambine e i bambini: i piccoli; li riconosce come bene comune, esige investimenti per la loro educazione, promuove corresponsabilità paritaria nelle famiglie, investe nel lavoro femminile e insieme nella valorizzazione della maternità, promuove l’autonomia dei giovani", ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli