Famiglia Calabrò (Rait88): istruzione e costruzione identità bambini

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 7 set. (askanews) - La Giornata Internazionale dell'Alfabetizzazione, istituita dall'UNESCO nel 1967, si celebra per sottolineare l'importanza dell'alfabetizzazione per tutti i Paesi e le culture: scarse o inesistenti abilità di scrittura e di lettura rendono infatti l'individuo più vulnerabile nella gestione della sua salute, del suo lavoro, della sua vita. L'alfabetizzazione, dunque, non è soltanto parte del diritto fondamentale di tutti gli uomini all'istruzione, ma è uno strumento unico e potente per sradicare la povertà e per determinare il progresso sociale e umano.

Paola Iacoboni, come madre ed imprenditrice della Rait88, ha dichiarato: "a livello internazionale ho sentito il dovere morale e civico di poter dare nel mio piccolo, un supporto ai bambini in difficoltà che non hanno accesso all'istruzione. In memoria di mio marito abbiamo creato due scuole che saranno per loro un nido di cultura, amore, e divertimento".

Per Alessio e Emanuele Calabrò, "Insieme a nostra madre Paola e nostro padre prematuramente scomparso, fin dalla tenera età siamo cresciuti con dei valori sani basati su amicizia, pace e fratellanza. Vogliamo ringraziare di cuore Sister Giulia Calabrò dell'Ordine di Madre Teresa di Calcutta per la gioia nell'accogliere il progetto didattico nella costruzione di due scuole nel villaggio di Ntoyo (Rep. Dem. del Congo)".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli