Famiglia intossicata da monossido di carbonio: 6 ricoverati

famiglia intossicata monossido di carbonio

Tragedia sfiorata nella provincia di Brescia. Una famiglia composta da padre, madre e quattro figli è finita in ospedale per un’intossicazione da monossido di carbonio. La vicenda è successa durante la notte tra lunedì 18 e martedì 19 Novembre 2019 a Bagnolo Mella, comune in provincia di Brescia.

In base alle prime informazioni, la causa del malore sarebbe stato il malfunzionamento di una stufa o dell’impianto di riscaldamento, come spesso avviene in questi casi. I genitori, un uomo e una donna di origine egiziana, avrebbero bagnato delle castagne precedentemente cucinate a legna. In questo modo avrebbero generato una fumata che ha intossicato tutti i presenti. Le condizioni delle sei persone, portati in codice giallo al Civile, alla Poliambulanza e all’osperdale di Manerbio, non sono ritenute gravi e dovrebbero essere dimesse nel giro di qualche ora.

Famiglia intossicata da monossido di carbonio

Un episodio simile ma dalle conseguenze più tragiche era accaduto nel varesotto la mattina di lunedì 28 Ottobre 2019. Madre e figlio, rispettivamente di 95 e 70 anni, erano stati ritrovati senza vita nella loro casa. A lanciare l’allarme, la famiglia, la quale non riusciva a mettersi in contatto con i loro parenti da diverse ore.

Purtroppo l’intervento del personale medico, giunto tempestivamente sul luogo dell’incidente, si è rivelato vano. La tragedia si era verificata a Gavirate, nel Varesotto, nell’appartamento di via Pozzo dove abitavano le vittime. In base alle indagini condotte dalle forze dell’ordine, la causa delle morti è stata proprio una fuga di gas. Morto anche il loro cane, trovato senza vita nel salotto di casa.