Famiglia in quarantena aiutata dagli agenti per la spesa

·1 minuto per la lettura
carabinieri spesa famiglia in quarantena
carabinieri spesa famiglia in quarantena

A Napoli una famiglia in quarantena si è ritrova senza soldi. Non è stata, quindi, più in grado di pagare la propria spesa. Fortunatamente, le forze dell’ordine sono arrivate in soccorso.

Senza soldi per la spesa, l’intervento dei carabinieri

Siamo a Capodimonte (Napoli). Una famiglia – marito e moglie, rispettivamente di 71 e 65 anni, e la figlia – ha ricevuto la notizia di positività al coronavirus. Con essa è scattata la quarantena obbligatoria.

I tre hanno allora chiamato le varie attività commerciali della zona per ricevere la spesa direttamente nella loro abitazione. Per pagare il servizio, hanno iniziato ad utilizzare i contanti che avevano in casa. Tuttavia, il periodo di isolamento si è protratto più del previsto. Ora sono tutti a casa da oltre quindici giorni e stanno aspettando l’esito del loro ultimo tampone. Ciò ha fatto sì che si ritrovassero senza denaro contante per pagare la spesa a domicilio.

La famiglia si è, dunque, rivolta all’Arma di Napoli Capodimonte. I carabinieri si sono prontamente attivati per aiutare. Il comandante della stazione è andato a recuperare il bancomat di uno di loro e il rispettivo pin. Il tutto ovviamente seguendo rigidamente le norme di sicurezza.

È poi andato a prelevare, consegnando al proprietario la somma desiderata. Un piccolo gesto altruistico che è andato sicuramente ad alleviare la già pesante situazione che i tre stavano vivendo.