Famotidina, il farmaco per lo stomaco contro il coronavirus

·1 minuto per la lettura
Famotidina, il farmaco per lo stomaco contro il coronavirus
Famotidina, il farmaco per lo stomaco contro il coronavirus

Un nuovo studio ha permesso di osservare miglioramenti significativi e rapidi in pazienti colpiti dal Covid-19 che prendono il comunissimo farmaco per lo stomaco a base di 'famotidina'.

GUARDA ANCHE - Coronavirus, accordo sul vaccino italiano

Per la ricerca dieci pazienti tra i 23 ed i 71 anni, tutti colpiti dall'infezione da SARS-COV-2, che si curavano a casa, hanno preso parte ad un mini-trial condotto da medici del Northwell Health di New York: nove di loro hanno iniziato a prendere famotidina entro i primi 10 giorni dalla comparsa di sintomi come la tosse, solo uno ha iniziato la cura dopo più di 20 giorni.

Tutti i malati - secondo quanto si legge nel rapporto pubblicato sulla rivista medica "Gut" - "hanno notato un rapido miglioramento delle loro condizioni. Addirittura solo 24-48 ore dalla assunzione del farmaco". Gli scienziati non sanno ancora come il medicinale creato per lo stomaco funzioni nel caso del coronavirus e pianificano trial più ampi.

Alcuni ipotizzano che il farmaco riduca le infiammazioni sia nello stomaco che nei polmoni: famotidina infatti interferisce con l'attività del recettore H2, presente in entrambi gli organi. Uno studio precedente alla Northwell e Columbia university aveva già osservato in un gruppo di pazienti ospedalizzati una sopravvivenza più alta tra chi prendeva il farmaco.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli