Fantoccio di Greta Thunberg impiccato da un cavalcavia a Roma

fantoccio greta thunberg

Treccine laterali e un impermeabile giallo, proprio come Greta Thunberg: queste le sembianze del fantoccio avvistato nella mattina del 7 ottobre mentre penzolava da un ponte su una strada di Roma. L’obiettivo? Richiamare nella mente dei passanti l’immagine della giovane attivista svedese. La sedicenne, infatti, da quando ha iniziato la sua lotta contro i cambiamenti climatici ha suscitato forti reazioni nell’opinione pubblica, non tutte positive. Qualcuno ha legato a una corda il manichino e poi lo ha gettato da un cavalcavia di via Isacco Newton, in direzione Fiumicino, come se lo avesse impiccato. Ad accompagnarlo un cartello con un messaggio in inglese: “Greta it’s your God”, ovvero “Greta è il vostro Dio”.

Fantoccio Greta Thunberg: nessuna rivendicazione

La giovane attivista, promotrice del movimento Fridays for Future, è riuscita a mobilitare migliaia di giovani in tutto il mondo sulle tematiche legate al clima ma ha catalizzato anche una serie di critiche e opposizioni, alcune più fantasiose di altre come in questo caso. Gli agenti di Polizia del commissariato di San Paolo e i Vigili del Fuoco sono immediatamente intervenuti sul posto per rimuovere in poco tempo il cartello e il fantoccio. Nessuno ha rivendicato ufficialmente il gesto, per il momento, ma i primi sospetti degli inquirenti ricadono su alcuni gruppi di estrema destra di Roma.

Il commento della sindaca

Il gesto è stato definito “vergognoso” dalla sindaca di Roma Virginia Raggi. La prima cittadina della capitale non ha esitato a condannare l’accaduto su Twitter e a esprimere tutta la solidarietà possibile nei confronti della giovane Greta e della sua famiglia. Ha infine ribadito come questi vili attacchi non serviranno in alcun modo a fermare l’impegno del Movimento 5 Stelle nella lotta per difendere l’ambiente.