Farina ritirata dal mercato, la decisione del ministero della Salute

farina-ritirata-mercato

Una partita di farina di grano tenero 00 bio è stata ritirata dal mercato dopo che ne era stato evidenziato il rischio di contaminazione crociata da parte di un allergene della senape. La farina in questione è quella prodotta dalla ditta Iftea S.r.l. di Bagnacavallo, in provincia di Ravenna, e venduta tramite il marchio Bongiovanni Srl nelle confezioni da 1, 5 e 25 chilogrammi. A disporre il ritiro del lotto è stato il ministero della Salute tramite un comunicato pubblicato sul proprio sito web.

Farina ritirata dal mercato, contaminata da allergene

Il lotto di farina Bongiovanni Srl oggetto del ritiro è per la precisione il numero 00FT0019/0702, con scadenza prevista per il 22/02/2020. Nella farina è stata individuata una contaminazione incrociata da parte di un allergene della senape. In soggetti allergici o intolleranti il suddetto allergene può comportare gravi rischi per la salute, fino allo schock anafilattico.

Nell’avviso pubblicato dal ministero della Salute viene ordinato ai negozi di comunicare la giacenza del prodotto in magazzino e di esporre al pubblico l’avviso di ritiro dal mercato. Per i consumatori in possesso del prodotto invece si consiglia di riportarlo nei punti vendita dove è stato acquistato e richiedere il cambio della merce.

richiamo

I precedenti di contaminazione

Non è però la prima volta che la presenza di un allergene non segnalato provoca il ritiro di interi lotti di alimenti dai nostri supermercati. Lo scorso 14 novembre diverse partite di piadina biologica della Alimenta produzioni S.r.l. sono stati ritirati dagli scaffali per la presenza anche in quel caso di una contaminazione crociata da parte di un allergene della senape.