Farmaci, Oms: nuovi antibiotici in sviluppo non abbastanza efficaci -2-

Mpd

Roma, 17 gen. (askanews) - I batteri Gram-negativi, come Klebsiella pneumoniae ed Escherichia coli, possono causare infezioni gravi e spesso mortali che rappresentano una minaccia particolare per le persone con sistema immunitario debole o non ancora completamente sviluppato, inclusi neonati, popolazioni che invecchiano, persone sottoposte a chirurgia e trattamento del cancro.

Il rapporto evidenzia un preoccupante divario nell'attività contro l'NDM-1 altamente resistente (metallo-beta-lattamasi 1 di Nuova Delhi), con solo tre antibiotici in cantiere. NDM-1 rende i batteri resistenti a una vasta gamma di antibiotici, compresi quelli della famiglia dei carbapenemi, che oggi rappresentano l'ultima linea di difesa contro le infezioni batteriche resistenti agli antibiotici.

"È importante concentrare gli investimenti pubblici e privati sullo sviluppo di trattamenti efficaci contro i batteri altamente resistenti perché stiamo esaurendo le opzioni - ha raccomandanto Hanan Balkhy, vicedirettore generale dell'OMS per la resistenza antimicrobica - e dobbiamo garantire che una volta che avremo questi nuovi trattamenti, saranno disponibili per tutti coloro che ne hanno bisogno".

Una nota positiva: la linea di ricerca di agenti antibatterici per il trattamento della tubercolosi e del Clostridium difficile (che causa la diarrea) è più promettente, con oltre la metà dei trattamenti che soddisfano tutti i criteri di innovazione definiti dall'OMS.