Farmaci: parlamentari 'per la vita' a Balduzzi, stop a Ellaone

Roma, 12 apr. (Adnkronos Salute) - Valutare la sospensione al commercio del farmaco Ellaone, la cosiddetta pillola dei cinque giorni dopo: è quello che chiedono in un'interrogazione al ministro della Salute, Renato Balduzzi, i parlamentari 'per la vita', l'intergruppo bipartisan composto da 85 tra deputati e senatori.

Nel documento - presentato oggi alla stampa e attualmente siglato da quattro parlamentari del gruppo fra cui il presidente Stefano De Lillo - viene chiesto al ministro "se non ritenga che la presentazione del farmaco Ellaone come anti-ovulatorio sia in contraddizione con i dati in letteratura, e se non sia pertanto immorale e illegale indurre il consumatore, attraverso una informazione non corretta, a utilizzare il prodotto al fine di prevenire un concepimento, cioè come metodo anti-annidamento o abortivo".

L'intergruppo chiede quindi se non sia il caso di "sospendere la commercializzazione del farmaco, posto che Ellaone - nel rendere l'endometrio inospitale per l'annidamento del concepimento - risulta agire attraverso un meccanismo post-concezionale anti-annidamento che non è compatibile con la legislazione italiana".

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno