Fase 2,Conte:non accetteremo discriminazioni verso turismo in Italia

Adm

Roma, 3 giu. (askanews) - Non ci sono ragioni perché alcuni Paesi mantengano misure restrittive nei confronti dei cittadini italiani, per Giuseppe Conte iniziative "discriminatorie" non sono "accettabili" e l'Italia non può "pagare la grande trasparenza" con la quale ha gestito l'epidemia. In conferenza stampa Conte ha spiegato: "Ci sono alcuni Paesi che ritengono di adottare alcune misure nei confronti di Paesi che allo stato hanno una curva di contagio più elevata. In realtà non vi è motivo perché Austria, Grecia o altri adottino misure discriminatorie nei confronti dell'italia".

Ha aggiunto Conte: "Non vorrei che l'Italia dovesse pagare il prezzo una grande trasparenza. Per questo il ministro Di Maio -ma anche Franceschini e altri - si stanno dando tanto da fare per evitare che si possa arrivare a decisioni discriminatorie che non ritengo affatto accettabili. Non è assolutamente giustificata iniziativa de genere".