Fase 2, Gelmini: serve governo forte, c.destra ha progetto Paese

Pol/Bar

Roma, 2 giu. (askanews) - "Siamo cittadini e siamo patrioti e oggi vogliamo essere vicini a chi ha perso un proprio caro, ma anche a chi rischia di perdere il proprio lavoro, a chi sta mettendo a repentaglio gli sforzi e i sacrifici di una vita". Lo ha detto Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera, intervenendo ad una manifestazione del centrodestra a Milano. "Vogliamo dire a questa Italia che ripartita, fra mille difficolt, dopo essere stata alluvionata da una marea di norme, articoli e commi, che noi ci siamo. Che le forze del centro-destra unitariamente hanno un progetto di Paese e di ripartenza e che non smetteremo di combattere. Il Paese avrebbe dovuto affrontare questa fase con un governo forte e autorevole. Non andata cos. E se ne sono visti gli effetti".

A giudizio dell'esponente azzurra "non al Governo che dobbiamo il fatto che l'Italia si rimessa in cammino. L'Italia si rimessa in cammino nonostante il Governo e non grazie al Governo. Oggi non il giorno delle polemiche. Per vogliamo dire forte e chiaro che da domani inizia una fase nuova. Con la fine del lockdown deve tornare anche la politica. La buona politica: quella che risponde ai cittadini del proprio operato, quella che dipende dal consenso popolare espresso in libere elezioni".

"Il Governo in questi mesi - ha sostenuto Gelmini, secondo la sintesi del discorso diffusa dall'ufficio stampa di Forza Italia - non ha mai ascoltato la voce delle opposizioni, la voce di chi rappresenta la maggioranza degli italiani. E che di fronte ad una crisi di proporzioni mai viste ha scelto responsabilmente di favorire in ogni modo la soluzione dei problemi degli italiani. Abbiamo messo in mano a questo esecutivo la cifra di 80 miliardi di euro: l'equivalente di tre manovre finanziarie. Se quei soldi non sono arrivati se non in minima parte nell'economia reale, non frutto del caso".

"E' la conseguenza di errori che sono stati compiuti da un governo che non ha una visione di Paese e che non ha minimamente idea delle difficolt concrete dei cittadini", ha concluso.