Fase 2, Pagano (Lega): no a svendita patrimonio pubblico per piano Colao

Pol/Gal

Roma, 3 giu. (askanews) - "Se le indiscrezioni pubblicate da Milano Finanza e riprese da alcuni organi di stampa fossero confermate, il Piano Colao rappresenterebbe un cavallo di Troia preoccupante per l'ipoteca prima e la svendita poi del patrimonio industriale del Paese. Secondo quanto riportato dalla stampa, il Piano dell'ex manager Vodafone, incredibilmente scomparso dalla scena nelle ultime settimane con la delicata Fase 2 alle porte, punterebbe a fare cassa attingendo dai capitali di Enel, Eni, Leonardo e addirittura dalle società partecipate dagli enti locali che erogano importanti servizi pubblici come l'acqua. Fare cassa svendendo il patrimonio delle più strategiche aziende del Paese significherebbe ipotecare il futuro dei servizi pubblici e quindi della garanzia di autonomia del Paese, con ricadute incalcolabili su famiglie e imprese. Per conoscere le reali intenzioni del capo della task force emergenza Colao chiederemo un'audizione urgente in commissione Finanze". Lo dichiara il vicecapogruppo Lega alla Camera Alessandro Pagano, componente della commissione Finanze alla Camera.