Fase 3: al Quirinale primo evento aperto dopo il lockdown, ricordo magistrati uccisi

Fase 3: al Quirinale primo evento aperto dopo il lockdown, ricordo magistrati uccisi

Roma, 18 giu. (Adnkronos) – Ripartenza anche al Quirinale dopo il lockdown, naturalmente nel rispetto di tutte le norme legate all'emergenza sanitaria. L'ultima manifestazione pubblica si era svolta il 28 febbraio scorso in occasione della Giornata mondiale delle malattie rare. Poi lo stop, prima del concerto nei Giardini il primo giugno, in occasione della Festa della Repubblica, dedicato alle vittime del Coronavirus, alla presenza però del solo Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Oggi pomeriggio il ritorno agli eventi pubblici, seppur limitati nelle presenze, ad esempio senza ancora la presenza dei giornalisti. L'occasione una cerimonia per ricordare magistrati uccisi dal terrorismo e della mafia: Nicola Giacumbi, Girolamo Minervini, Guido Galli, Mario Amato e Gaetano Costa nel quarantesimo anniversario della morte e Rosario Livatino nel trentesimo. Presenti David Ermini, vicepresidente del Csm; Giorgio Lattanzi, presidente della Scuola superiore della magistratura; Alfonso Bonafede, ministro della Giustizia.

La sede scelta il Salone dei Corazzieri. Presidente della Repubblica, oratori, consiglieri, familiari delle vittime invitati tutti seduti nel rispetto delle distanze e con mascherine. Microfoni e leggio sanificati dopo i vari interventi.