Fase 3, bozza Dpcm: distanziamento sociale ridotto per disabili

Afe

Roma, 11 giu. (askanews) - "Le persone con disabilit motorie o con disturbi dello spettro autistico, disabilit intellettiva o sensoriale o problematiche psichiatriche e comportamentali o non autosufficienti con necessit di supporto, possono ridurre il distanziamento sociale con i propri accompagnatori o operatori di assistenza, operanti a qualsiasi titolo, al di sotto della distanza prevista". E' quanto prevede il nuovo Dpcm sulle misure di contenimento del coronavirus che deve essere firmato dal premier Giuseppe Conte.

"Le attivit sociali e socio-sanitarie erogate dietro autorizzazione o in convenzione, comprese quelle erogate all'interno o da parte di centri semiresidenziali per persone con disabilit, qualunque sia la loro denominazione, a carattere socio-assistenziale, socio-educativo, polifunzionale, socio-occupazionale, sanitario e socio-sanitario - si legge ancora nella bozza - vengono riattivate secondo piani territoriali, adottati dalle Regioni, assicurando attraverso eventuali specifici protocolli il rispetto delle disposizioni per la prevenzione dal contagio e la tutela della salute degli utenti e degli operatori".