Fase 3, bozza Dpcm: ok attivit ricreative ed educative bambini

Afe

Roma, 11 giu. (askanews) - A partire dal 15 giugno " consentito l'accesso di bambini e ragazzi a luoghi destinati allo svolgimento di attivit ludiche, ricreative ed educative, anche non formali, al chiuso o all'aria aperta, con l'ausilio di operatori cui affidarli in custodia e con obbligo di adottare appositi protocolli di sicurezza predisposti in conformit alle linee guida del dipartimento per le politiche della famiglia". E' quanto si legge nella nuova bozza di Dpcm che dovrebbe essere firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Inoltre " consentito svolgere attivit sportiva o attivit motoria all'aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, purch comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l'attivit sportiva e di almeno un metro per ogni altra attivit salvo che non sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti"

Secondo quanto si legge nella bozza, "l'accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici condizionato al rigoroso rispetto del divieto di assembramento" e "della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro; consentito l'accesso dei minori, anche assieme ai familiari o altre persone abitualmente conviventi o deputate alla loro cura, ad aree gioco all'interno di parchi, ville e giardini pubblici, per svolgere attivit ludica o ricreativa all'aperto nel rispetto delle linee guida del dipartimento per le politiche della famiglia".