Fase 3, Coldiretti: su strade tornano 230mila camper nel weekend

Red/Nav

Roma, 6 giu. (askanews) - Con il via libera agli sconfinamenti tra Regioni e l'apertura delle frontiere si rimettono in movimento nel weekend molti dei 230mila camper immatricolati in Italia che offrono la possibilit di conoscere le realt piu' nascoste con le necessarie garanzie di sicurezza ed indipendenza molto importanti in tempo di coronavirus. E' quanto afferma la Coldiretti in occasione del primo fine settimana dopo le aperture del 3 giugno durante il quale in molti hanno colto l'occasione per una breve vacanza o per fare visita a parenti e amici. Se il mare resta il pi gettonato, in molti hanno colto l'occasione - sottolinea la Coldiretti - per andare alla scoperta dei piccoli borghi e dei centri minori nelle campagne italiane per evitare l'affollamento.

In questo contesto la vacanza in camper - continua la Coldiretti - offre la possibilit di godere della libert e scegliere di visitare mete multiple anche nei luoghi meno conosciuti. La flessibilit - precisa la Coldiretti - la qualit piu' apprezzata dai camperisti insieme all'indipendenza che consente di fare una esperienza di turismo "integrale" in pochi giorni. L'offerta turistica Made in Italy - sottolinea la Coldiretti - ha colto questa opportunit e lungo tutta la Penisola sono disponibili servizi, aree di sosta e quasi tremila campeggi al mare, nelle citt d'arte, in montagna e anche in campagna.

Campagna Amica stima che in Italia - sottolinea la Coldiretti - la presenza di circa 12mila piazzole di sosta negli agriturismi italiani che sono particolarmente apprezzate dagli amanti della vacanza all'aria aperta come i camperisti. Anche in questo caso vanno rispettate le norme di sicurezza delimitando il limite della piazzola: i lati aperti (porta d'accesso) delle unit posizionate nella piazzola devono rispettare una distanza di almeno 3 metri tra i due ingressi e comunque 1,5 metri tra le unit abitative. Molte aziende agrituristiche di Campagna Amica infatti - spiega ancora la Coldiretti - si sono attrezzate con l'offerta di colazioni al sacco o con la semplice messa a disposizione di spazi per picnic, tende, roulotte e camper per rispettare le esigenze di indipendenza di chi ama prepararsi da mangiare in piena.