Fase 3, in Costiera amalfitana 6 borse-lavoro per spiagge libere

Psc

Napoli, 5 giu. (askanews) - Sei borse-lavoro per cittadini economicamente svantaggiati e disposti a gestire la spiaggia libera di Atrani, piccolo comune della Costiera Amalfitana. Il progetto "Ripartiamo: e.state in sicurezza" stato ideato dal Comune per fare in modo che vengano rispettate le disposizioni, regionali e nazionali, di prevenzione alla diffusione del Covid-19. I destinatari dell'iniziativa non devono aver superato i 65 anni di et e devono essere residenti sul territorio da almeno sei mesi al momento della presentazione della domanda. I borsisti saranno di supporto e daranno accoglienza alle spiagge libere: gestiranno appuntamenti, individueranno e accompagnaranno alla postazione-spiaggia prenotata, misureranno la temperatura corporea, verificheranno ingressi e uscite, rimpiazzeranno i posti liberi e offriranno servizi di supporto logistico. Gli interessati dovranno essere disoccupati o inoccupati, non percepire il reddito di cittadinanza e avere un Isee del 2018 pari o inferiore a 22mila euro. Il compenso mensile previsto di 500 euro netto per ogni borsista, ciascuna borsa lavoro prevista per la durata di tre mesi, dal 16 giugno al 15 settembre. Il borsista svolger 12 ore settimanali di attivit, distribuite in alcuni giorni specifici in base alle esigenze dell'Amministrazione comunale. Per ogni borsista, l'Ente provveder all'attivazione della posizione Inail. La domanda, scaricabile sul sito del Comune, va presentata al Comune di Atrani entro le ore 12,00 dell'11 giugno 2020, a mezzo posta elettronica all'indirizzo protocollo@comune.atrani.sa.it oppure a mezzo posta elettronica certificata all'indirizzo protocollo.atrani@asmepec.it.