Fase 3, Demicheli: aumento positivi anche per avvio screening

Lzp

Milano, 19 giu. (askanews) - Il "leggero" aumento dei positivi al Covid nell'ultima settimana " probabilmente legato al fatto che molte regioni, come la Lombardia, hanno cominciato la ricerca attiva di casi tramite screening della popolazione, soprattutto attraverso test sierologici". Lo sostiene Vittorio Demicheli, epidemiologo e direttore sanitario dell'Ats della Citt Metropolitana di Milano, e membro della Cabina di Regia del monitoraggio Covid del Ministero della Salute, ospite della diretta Facebook di LombardiaNotizieOnline.

"Contemporaneamente per - precisa - si sono registrati alcuni nuovi focolai. in Lombardia sono microscopici, altrove invece sono pi grandi. Ne deriva che, per quanto il lockdown sia stato efficace, meglio essere prudenti perch il virus ancora in grado di trasmettersi".

A proposito dei numeri della Lombardia, Demicheli spiega che il sistema nazionale che non ancora in grado di distinguere quanti casi derivano dagli screening e quanti sono veramente nuovi. "In Lombardia, invece, sappiamo quanto sono attribuibili al primo caso e quanti al secondo. Negli ultimi giorni abbiamo assodato che pi della met dei nuovi casi deriva da positivit riscontrate da test sierologici. Li definiamo casi "vecchi", "debolmente positivi" e con una carica virale cos bassa che probabilmente non pi in grado di trasmettere l'infezione. Da un punto di vista della pericolosit quindi, non sono come i "nuovi casi" che invece hanno bisogno di essere rapidamente rintracciati e messi in quarantena".