Fase 3, Giacomoni (Fi): governo ostaggio di politica annunci

Pol/Vlm

Roma, 22 giu. (askanews) - "In commissione Bilancio di Montecitorio l'emendamento di Forza Italia, a mia prima firma, al dl rilancio che prevedeva il taglio dell'IRAP per due anni è stato bocciato. In barba all'annuncio del ministro Di Maio che nei giorni scorsi aveva dichiarato la disponibilità del M5S a sostenere il taglio dell'IRAP. Insomma, il governo è sempre più ostaggio di una insensata politica dell'annuncio che regolarmente si scontra con la realtà. Lo è stato per la Cig, che doveva arrivare entro il 15 aprile, lo è stato per i 400 mld di liquidità alle imprese, che ancora non arrivano, e lo sarà anche per la riduzione dell'IVA. Parole. Ma governare non è annunciare. È qualcosa di ben altro, di molto più serio". Così, nel corso di una video conferenza stampa di Forza Italia, Sestino Giacomoni, membro del coordinamento di presidenza del partito azzurro e vice presidente della Commissione finanze della Camera dei deputati.

"Diversamente da questo governo - ha aggiunto - Forza Italia avanzerà sempre proposte serie e concrete, tra queste un 'patto fiscale' con l'introduzione della flat tax e della pace fiscale, con l'annullamento di tutte le pendenze. Non solo, è indispensabile mettere in sinergia i risparmi delle famiglie con la creatività delle imprese, attraverso l'istituzione di un Fondo sovrano italiano, sul modello di quello di quello norvegese, che consentirà agli italiani di diventare azionisti del loro futuro. Questo emendamento, a mia prima firma, presentato al dl rilancio oggi è stato accantonato, speriamo che il governo e la maggioranza comprendano che è vitale puntare sulla crescita della nostra economia e non sul debito, come stanno facendo, continuando ad emettere titoli del debito pubblico".