Fase 3: Mattarella, 'non delegittimare istituzioni con atteggiamenti corto respiro'

Fase 3: Mattarella, 'non delegittimare istituzioni con atteggiamenti corto respiro'

Roma, 18 mag. (Adnkronos) – "Ci troviamo in una fase in cui l’Italia è chiamata a un impegno corale di ripresa, dopo la drammatica emergenza della pandemia e le sue conseguenze, di salute, economiche e sociali. All’intera società è richiesto il rispetto di un’etica civile che chiama tutti alla responsabilità: ogni cittadino, ogni istituzione, ogni settore sociale. A tutti e a ciascuno è richiesto il coraggio di abbandonare atteggiamenti fondati su prospettive limitate, di corto respiro, che, distorcendo la vita delle istituzioni, rischiano di delegittimarle. È un dovere istituzionale che grava su ciascuno. E che non può essere eluso". Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione di una cerimonia al Quirinale per ricordare il quarantesimo anniversario dell'uccisione dei magistrati Nicola Giacumbi, Girolamo Minervini, Guido Galli, Mario Amato e Gaetano Costa e il trentesimo dell'omicidio di Rosario Livatino.