Fase 3, Nevi (Fi): porre rimedio a gap che taglia Italia in due

Pol-Afe

Roma, 10 giu. (askanews) - "Ho letto con molto interesse il focus pubblicato in questi giorni dalla 'Agenzia Umbria Ricerche' che ha fatto uno studio approfondito sulla situazione delle infrastrutture ferroviarie dell'Umbria. Dall'analisi emerge che nella nostra regione insistono ancora circa 340 chilometri di ferrovia a binario unico su 563, suddivisi in 193 per RFI e 150 per FCU. La maggior parte di questo binario unico si concentra nella parte centrale dell'Umbria, dove c' la maggior parte della popolazione, delle attivit economiche, sociali e culturali. Un territorio il nostro, che vede la presenza anche di 183 chilometri di linee a doppio binario, ma molti di questi si trovano nella tratta Roma - Firenze interessando il territorio solo marginalmente. E' chiaro che, alla luce di questi dati, l'Umbria non pu perdere l'occasione di avviare una seria e profonda azione volta al potenziamento della rete ferroviaria per lo spostamento di persone e merci. Ne vale a mio avviso del futuro di questa regione. Non so se il ministro delle Infrastrutture ha presente questa situazione ma ora che il Governo ponga maggiore attenzione a questa problematica che poi taglia in due l'Italia. Per questo annuncio che presenter una interrogazione parlamentare per capire come il Governo intende agire per porre rimedio a questo autentico gap infrastrutturale che mina il futuro sviluppo della nostra regione". Lo afferma, in una nota, Raffaele Nevi, deputato di Forza Italia.