Fase 3, Pd: solo Comune Genova non rinvia pagamento Tari

Fos

Genova, 19 giu. (askanews) - "Genova praticamente l'unica delle grandi citt italiane in cui il Comune non ha rinviato a dopo l'estate la scadenza per il pagamento della tassa sui rifiuti. In questi giorni, cittadini, imprese e commercianti si sono visti recapitare la richiesta di pagamento dell'acconto, pari all'83% del dovuto per le utenze casalinghe e al 50% per negozi, uffici e imprese".Lo sottolinea in una nota il Gruppo del Pd nel Comune di Genova.

"Vista la situazione di grande sofferenza di liquidit per famiglie e imprese - prosegue la nota - non si poteva rinviare il pagamento a dopo l'estate? Il sindaco Bucci ha dato la colpa al governo, ma tutte le altre grandi citt hanno prorogato la scadenza in autunno".

"Gli esempi delle altre grandi citt - affermano i consiglieri del Pd - dimostrano che evidentemente si poteva concedere un ulteriore slittamento, senza mettere a rischio gli equilibri di bilancio, grazie anche Fondo per l'esercizio delle funzioni fondamentali con cui il governo ha stanziato 3 miliardi di euro a favore dei Comuni e 500 milioni a favore delle Province, per ristorarli delle mancate entrate a causa dell'emergenza Covid".

"Genova - conclude la nota - ha gi incassato il 30% del Fondo e il resto arriver entro il prossimo 10 luglio. Grazie anche a queste risorse, difficile pensare che un rinvio a settembre della Tari avrebbe creato problemi di liquidit. Si poteva seguire l'esempio delle altre grandi citt, che hanno alleggerito le scadenze tributarie dei loro cittadini. Ma la Giunta Bucci ha scelto diversamente".