Fase 3, piano Colao: fondi privati per cultura e autonomia musei

Afe

Roma, 8 giu. (askanews) - "Creare una rete di grandi musei pubblici e privati, siti archeologici e luoghi della cultura dotati di autonomia gestionale" e "riconoscere gli stessi come enti di ricerca in grado di erogare formazione concentrandosi sulla formazione di terzo livello". E' quanto si legge nel report della task force guidata da Vittorio Colao, nella sezione dedicata a turismo, arte e cultura.

Nel report si suggerisce anche di "strutturare per tali enti una governance che permetta lo sviluppo rapido ed efficace di una formazione di qualit: dando loro autonomia di creazione di corsi specializzati, inclusi percorsi formativi di figure professionali necessarie per la gestione e innovazione del settore; fornendo autonomia di assunzione/licenziamento dei dipendenti sulla base delle competenze specifiche necessarie e coerenza con i piani di sviluppo formativi dell'ente per i Musei Autonomi, Poli Museali e Soprintendenze".

La proposta prevede anche di "strutturare un processo di valutazione regolare degli enti, in modo tale da misurarne non solo la quantit di visitatori, ma anche la qualit dei servizi erogati, e gli obiettivi di formazione e ricerca".

Il piano della task force prevede anche la possibilit di "rivedere la normativa del Codice degli appalti e favorirne la trasparenza per incentivare la valorizzazione degli asset culturali" e di "potenziare il partenariato pubblico-privato con finanza di progetto, incentivando il coinvolgimento dei privati attraverso progetti specifici e sponsorizzazioni nel sostegno dei luoghi della cultura".