Fase 3, una app trasforma tavoli dei bar in postazioni coworking

Asa

Milano, 22 giu. (askanews) - Da una parte aiuta i locali a riconvertirsi, negli orari di minore affluenza, in spazi di lavoro sicuri e accoglienti. Dall'altra d una mano all'ormai crescente popolazione di lavoratori agili ad assicurarsi scrivanie su richiesta sanificate e munite di wifi. la app sviluppata dalla startup Nibol che consente, per ora, di prenotare facilmente spazi all'interno di diverse caffetterie di Milano. Grazie alla geolocalizzazione, l'applicazione mette in evidenza i locali Nibol pi vicini all'utente. Sulle pagine dei diversi locali, sono visibili i dettagli delle singole postazioni, dalle prese elettriche alla presenza di aria condizionata, e le recensioni lasciate dagli altri clienti su voci quali comodit e tranquillit della location, ma anche qualit del cibo e bevande.

L'iniziativa si propone soprattutto di rispondere alle esigenze degli smartworker. Se vero che il 60% dei lavoratori dichiara di voler continuare a lavorare da remoto anche post-pandemia (fonte Indagine Cgil/Fondazione Di Vittorio sullo Smartworking), altrettanto vero infatti che lavorare da casa non sempre facile: mancano la comodit della propria postazione, il confronto con i colleghi, il caff o il pranzo con i clienti o i fornitori. Cos come non facile trovare uno spazio alternativo che sia economico, comodo e, in questo periodo, sanificato.

"Il mondo del lavoro stato stravolto negli ultimi mesi. Un cambiamento repentino che non ha fatto altro che consolidare la pratica dello smartworking, se si pensa che gi nel 2019 la crescita degli smartworker stata del 20% rispetto al 2018 - ha commentato in una nota Riccardo Suardi, fondatore della startup Nibol -. In questo contesto, il nostro obiettivo semplice: offrire un posto comodo ed economico dove lavorare, avendo anche la possibilit di trovare altre persone che fanno parte della community di Nibol. Al momento siamo attivi con 15 locali su Milano, in continua crescita. Abbiamo due obiettivi a breve termine: ampliare l'offerta con la possibilit di prenotare spazi privati e far arrivare il servizio anche nelle altre citt italiane".