Fase, Marin (Fi): servono tempi certi accesso al credito

Pol/Tor

Roma, 15 giu. (askanews) - "L'Istat ci ricorda che il 57% delle imprese interpellate dichiara di essere ancora in attesa dell'esito della domanda di finanziamenti previsti dai decreti Cura Italia e Liquidit. Mi chiedo se a Villa Pamphilj mentre si rilasciano accrediti e si fanno inviti questo sia un tema che pu interessare. Perch sembrerebbe di no. A noi invece il destino delle imprese Italiane interessa. Molto. Perch sempre secondo l'Istat met delle imprese Italiane prevede una crisi di liquidit nel breve periodo e addirittura una su quattro a rischio di sopravvivenza". Lo ha affermato in una dichiarazione il deputato d Fi Marco Marin.

"Consiglio a Conte tra un intervento e l'altro a Villa Pamphilj - ha sottolineatp Marin- di trovare il tempo di guardare un emendamento al DL Rilancio in cui si stabiliscono tempi certi per le imprese per le misure di accesso al credito. La vita vera, quella reale non pu aspettare i convegni del Professor Conte. L'Italia vuole andare avanti. Il governo si sta dimostrando totalmente inadeguato, ma provi almeno a non mettere i bastoni tra le ruote della ripartenza degli Italiani accogliendo le proposte che, dopo aver incontrato le categorie economiche, arrivano dal l'opposizione. Continuare a non farlo un errore gravissimo nei confronti degli Italiani".