Fassina: "Pronto a barricate con Salvini per difendere Quota 100"

webinfo@adnkronos.com

"È un boomerang intervenire su Quota 100. È sbagliato sia nel merito, sia per una decisiva ragione politica: gli italiani, in larga maggioranza, il 4 marzo 2018, hanno votato e si sono espressi chiaramente per ridurre gli enormi danni sociali determinati dalla Legge Fornero". Così Stefano Fassina, Deputato di Liberi e Uguali, a Omnibus su La7. "Farei le barricate in Parlamento insieme a Salvini e al Movimento 5 Stelle", ha aggiunto.  

"Quota 100 è una misura temporanea, con oneri di finanza pubblica decisamente minori rispetto a quanto stimato, aiuta circa 300.000 lavoratori e lavoratori, quindi famiglie. Chi insiste per cancellare Quota 100 continua a esprimere una linea bocciata dagli elettori", ha detto ancora Fassina rivolgendosi in particolare Luigi Marattin, esponente di Italia Viva. "Tenete conto che il 4 marzo dello scorso anno c'è stato un voto".