Fassina: trovare soluzione per lavoratori pulizie

Pol/Bar

Roma, 3 mar. (askanews) - "Le lavoratrici e i lavoratori impegnati nelle pulizie delle scuole, esclusi dall'importante e positivo intervento di internalizzazione, chiedono di poter continuare il loro lavoro, non un ammortizzatore sociale. Il governo e la maggioranza devono trovare una soluzione, articolata e graduale, ma devono trovarla. L'internalizzazione va completata. Chiediamo al Governo di riaprire la discussione con le rappresentanze sindacali". Lo ha detto Stefano Fassina, deputato di LeU, intervenendo al presidio di Piazza Montecitorio promosso da Cgil, CISL e UIL.

"Le strade da percorrere possono essere molteplici - ha proseguito Fassina, secondo la sintesi delle sue parole diffusa dall'ufficio stampa di LeU - a cominciare dall'anticipo della scadenza, prevista, per il primo gennaio del prossimo anno, per quante e quanti hanno maturato almeno 5 anni di attività. Dal prossimo mese, 3960 lavoratrici e lavoratori rimangono 'sospesi', senza alcun reddito".

"E' una prospettiva ingiusta e insostenibile, in particolare per chi ha contratti di poche ore settimanali e stipendi di qualche centinaia di euro al mese", ha concluso.