##Favori a imprenditore, in manette sindaco leghista di Apricena -2-

red/cro

Roma, 23 lug. (askanews) - Le indagini hanno preso le mosse dalla querela presentata da un privato cittadino, con la quale venivano segnalate "gravi irregolarità" nelle procedure di aggiudicazione di importanti commesse pubbliche da parte del Comune di Apricena. A beneficiare di tali irregolarità, secondo il querelante, un noto gruppo imprenditoriale del posto, ritenuto "vicino" al sindaco del Comune di Apricena.

All'esito delle indagini, nei confronti del Sindaco del Comune di Apricena, interessato dalla misura cautelare degli arresti domiciliari, "sono stati acquisiti gravi indizi in ordine alla commissione dei reati di concussione, peculato d'uso ed abuso di ufficio".

Nell'ordine, è stato accertato come il primo cittadino del Comune di Apricena, nel febbraio 2018, spiega la Guardia di Finanza, "abbia costretto un componente del proprio staff a rinunciare al posizionamento ottenuto nella graduatoria finale di un concorso pubblico cui aveva partecipato, in modo tale da consentire ad altro candidato di risultare vincitore della selezione. L'intera condotta era mossa da ragioni di natura politica, risultate prevalenti rispetto al rigoroso rispetto della legalità".(Segue)