Fbi: interprete scappa e si sposa col terrorista che doveva seguire

Duccio Fumero
Una storia del 2014, ma che è uscita – imbarazzando il Federal Bureau – solo ieri grazie a un servizio della CNN. (Credits – CNN)

Era un’agente dell’FBI, interprete e doveva seguire un presunto terrorista. Ma la ‘frequentazione’ con quel uomo, rapper tedesco dal fascino del cattivo ragazzo, è stata fatale per Daniela Greene. La donna, infatti, poco alla volta si è innamorata di quel bad boy entrato e uscito per anni dal riformatorio, soprannominato la “pop star del Jihad”, e invece di seguirlo come agente FBI ha iniziato a seguirlo come una ragazzina innamorata. Una storia del 2014, ma che è uscita – imbarazzando il Federal Bureau – solo ieri grazie a un servizio della CNN.

Ma Denis Cuspert, conosciuto a Berlino con il nome d’arte Deso Dogg, era veramente un uomo legato all’ISIS. Cuspert era diventato una sorta di imbonitore per reclutare seguaci dell’Isis e aveva persino scritto una canzone in cui inneggiava a Bin Laden. Non solo, perché il rapper dalla Germania si spostava spesso in Siria, dove era conosciuto come Abu Talha al-Almani ed era diventato uno degli uomini più violenti del Califfato.

Nel 2015 si salvò miracolosamente da un attacco USA in Siria e dopo essere stato inizialmente dichiarato morto l’amministrazione Obama dovette ammettere che si era salvato. Quello che nessuno sapeva, almeno ufficialmente, è che se Deso Dogg si era salvato era stato a causa di Daniela. Che nel frattempo era in Siria con lui e si era sposata in gran segreto. La Greene, infatti, mentì all’Fbi sui suoi spostamenti e avvisò il nuovo marito delle indagini in corso su di lui, facendo sì che l’uomo non fosse dove gli americani pensassero quando attaccarono.

La traduttrice, poco dopo, si pente e scappa dalla Siria tornando negli USA, dove è stata arrestata. Condannata a due anni di carcere, visto il suo pentimento e la collaborazione offerta agli inquirenti, ora la Greene è uscita dal carcere e lavora in una struttura alberghiera, in un ruolo segreto. Ma quello di Daniela Greene non è il primo caso del genere.

Sono diverse le ragazze occidentali scappate negli ultimi anni in Siria per sposare dei terroristi legati all’ISIS. Uno dei casi maggiori ha coinvolto una ragazza olandese, Aisha, andata nel Paese mediorientale per sposare un terrorista. La ragazza è stata riportata a casa dalla madre e in Olanda è stata arrestata per la sua collaborazione con l’ISIS. Come per Daniela, anche Aisha aveva preso la cotta per un uomo pericoloso e, nonostante gli avvisi della famiglia, si era convertita all’Islam, aveva iniziato a indossare il niqab e, alla fine, aveva raggiunto l’amato in Siria, entrando nell’ISIS.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità