Fbi: la Russia cerca ancora di influenzare le elezioni Usa

Mda

Milano, 23 lug. (askanews) - La Russia continua a rappresentare una minaccia per le elezioni statunitensi. Lo ha affermato oggi il direttore dell'FBI Christopher Wray, a meno di un anno e mezzo dalle prossime elezioni presidenziali negli Stati Uniti. I russi "sono assolutamente determinati nel tentativo di interferire nelle nostre elezioni", ha detto Christopher Wray alla Commissione giustizia del Senato. L'intelligence e il procuratore speciale degli Stati Uniti Robert Mueller hanno riferito di numerosi sforzi compiuti dalle agenzie di intelligence russe e da un gruppo considerato dalla giustizia americana come una società di "troll russa", la Internet Research Agency, per aiutare Donald Trump a ottenere la presidenza nel 2016 e danneggiare il suo rivale democratico Hillary Clinton.

Il rapporto di Robert Mueller, pubblicato ad aprile, illustra in dettaglio i tentativi del team elettorale di Donald Trump di cooperare con i russi per aumentare le possibilità del miliardario repubblicano. Robert Mueller testimonierà delle sue indagini oggi prima del Congresso. Donald Trump continua a negare che i russi siano intervenuti o che la sua vittoria sia stata influenzata dal loro aiuto.