Fdi: il servizio di Fanpage al vaglio dei pm di Milano

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 1 ott. (askanews) - L'esposto firmato da Europa Verde con la richiesta di far luce sui retroscena dell'inchiesta giornalistica di FanPage sui presunti finanziamenti nero a sostegno della campagna elettorale di Fratelli d'Italia a Milano è già arrivato sulla scrivania del procuratore Francesco Greco. L'esposto, inviato in procura da Angelo Bonelli ed Eleonora Evi, i due co-portavoce del partito ambientalista, è ora al vaglio dei magistrati del dipartimento "Delitti contro la Pubblica Amministrazione" diretto dal procuratore aggiunto Maurizio Romanelli.

Nel video dove si vede il partamentare Carlo Fidanza che chiede a un giornalista camuffato da imprenditore un finanziamento per la campagna elettorale di Fdi in nero, mentre Roberto Jonghi Lavarini, storico esponente della destra milanese soprannominato "il Barone Nero" parla di "lavatrici" per ripulire gli eventuali finanziamenti ricevuti in nero. E' ora compito dei magistrati milanesi valutare la presenza di profili penalmente rilevanti in capo agli esponenti del partito di Giorgia Meloni coinvolti nella vicenda.

Nel filmato si vedono anche saluti romani, ma si sentono anche battute contro di ebrei, frasi che inneggiano al fascismo. Il caso perciò potrebbe anche finire all'attenzione del pm Alberto Nobili, che dirige il dipartimento antiterrorismo della procura, che attende l'informativa della Digos e poi valuterà se intraprendere eventuali iniziative giudiziarie.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli