Fdi: Pd Milano, da inchiesta quadro inquietante, Fidanza si dimetta

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 1 ott. (Adnkronos) – "Le parole e le immagini disgustose che abbiamo ascoltato e visto parlano chiaro: Fidanza faccia un passo indietro e si dimetta dalle sue cariche. Chi calpesta i valori democratici sanciti dalla nostra Costituzione non è degno di rappresentare i cittadini e ricoprire incarichi istituzionali". Lo afferma la segretaria metropolitana del Pd di Milano, Silvia Roggiani, sull'inchiesta di Fanpage su Fratelli d'Italia. L'inchiesta "fotografa un quadro inquietante e pericoloso su cosa sia il partito della Meloni e sulla galassia nera che gli gravita attorno", continua.

"Al di là delle responsabilità penali che spetta indagare alla magistratura, è evidente un fatto: ci hanno accusato di usare l'antifascismo come fosse una bandierina e invece avevamo ragione. I fatti oggi confermano le nostre preoccupazioni e convinzioni. Confermano che facevamo bene a chiedere spiegazioni a Luca Bernardo, sulle sue posizioni in merito a certi personaggi, come Chiara Valcepina la cui candidatura è assolutamente inaccettabile nella Milano medaglia d'Oro alla Resistenza, invitandolo a dichiararsi apertamente antifascista e rinunciare al sostegno dell'estrema destra", spiega.

"Una chiarezza e una trasparenza che sono finora mancati da parte di un candidato sindaco che ha preferito sempre giocare sul filo dell'ambiguità", conclude la segretaria metropolitana del Pd di Milano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli