Fdi: Rotondi, 'partito non è estremista, tentativo emarginarli destinato a fallire'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 3 ott. (Adnkronos) – "Gli amici di ‘Fratelli d’Italia’, non sono estremisti, e il tentativo di emarginarli è destinato a fallire. ‘Fratelli d’Italia’ nasce da una scissione, da me non condivisa, del Pdl, partito che tondammo assieme a Giorgia, e che divenne – dopo la Dc – il più forte Ppe della storia italiana". Così Gianfranco Rotondi commenta le polemiche sulla presunta vicinanza di estremisti al partito della Meloni.

"Anche dopo la scissione, Giorgia Meloni evitó collocazioni a destra,e aderì ai conservatori europei, sino a divenirne la Presidente in Europa. Questa è la storia, e questo conterà nei futuri equilibri democratici del nostro Paese’’.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli