Fecondazione assistita: metodo Cnr per identificare ovociti più sani -2-

Rus

Roma, 31 lug. (askanews) - I ricercatori del Cnr hanno dimostrato l'efficacia di questa tecnica di indagine lavorando inizialmente su ovociti umani forniti dall'Irccs Burlo. "A questo punto abbiamo voluto capire se l'analisi delle proprietà meccaniche fosse efficace nonostante i processi di crioconservazione cui gli ovociti possono essere sottoposti dopo l'estrazione", aggiunge Marco Lazzarino del Cnr-Iom. "Abbiamo dunque preso ovociti umani freschi, ne abbiamo misurato le proprietà elastiche, li abbiamo congelati e dopo qualche tempo ne abbiamo rimisurato le proprietà, confermando che la crioconservazione lascia l'ovocita inalterato. Inoltre, attraverso una serie di controlli incrociati condotti con gli embriologi del Burlo abbiamo verificato che anche le tecniche di misurazione delle proprietà meccaniche delle cellule rimangono efficaci dopo il congelamento".

Il lavoro di ricerca, finanziato dal programma regionale BioMec, apre ora la strada alla sperimentazione diretta su ovociti animali per verificare l'efficacia del processo fino alla sua fase conclusiva, verificando così la correlazione tra la corretta selezione di ovociti e il raggiungimento di una gravidanza di successo.