Fecondazione: Baldassarre (Lega), 'pronta pdl di iniziativa popolare contro utero in affitto'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 2 gen. (Adnkronos) – "Non c’è modo migliore di iniziare l’anno nuovo se non con un ulteriore passo in avanti nel contrastare la pratica aberrante dell’utero in affitto. Grazie a Matteo Salvini, con una mozione la Lega impegna il Governo ‘a valutare l'opportunità di assumere ogni iniziativa utile volta ad applicare le previsioni dell'articolo 9, comma 2, del codice penale, al fine di dissuadere, contrastare e perseguire il reato di maternità surrogata anche se commesso all'estero da cittadini italiani’. Con questa mozione vogliamo mettere un argine, specie dopo la sentenza delle Sezioni unite Ccvili della Cassazione n. 9006/2021, depositata il 31 marzo 2021. Che, seppur come effetto non voluto e confermando la illiceità penale dell’utero in affitto e della sua relativa compravendita, permette la trascrizione all’anagrafe di un bambino nato da maternità surrogata riconosciuta in un altro Stato. Questo il grimaldello utilizzato da chi commette, impunito, il reato all'estero". Lo afferma Simona Baldassarre, eurodeputato e responsabile del Dipartimento Famiglia della Lega.

"Accogliendo l’appello della società civile che più volte ha chiesto al Parlamento di intervenire per fermare questo ignobile mercato di esseri umani, oggi la Lega indica la via per intervenire immediatamente per circoscrivere questo gravissimo reato".

"Agire tempestivamente -dice ancora Baldassarre- è di fondamentale importanza per le tante donne che, come madri surrogate, sono vittime di sfruttamento e per quei bambini oggetto di un mercato senza scrupoli. Nei prossimi giorni la Lega, su impulso di Matteo Salvini, presenterà anche una proposta di legge a iniziativa popolare, frutto di un lungo e attento lavoro elaborato anche con il contributo di giuristi e associazioni impegnate sul tema”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli