Fecondazione: l'esperto, 'in Italia ancora troppi limiti economici'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 19 set. (Adnkronos) – "Questa vicenda mostra ancora una volta come in Italia ci sia necessità che l'accesso alla procreazione medicalmente assistita anche nel pubblico, a carico del SSN su tutto il territorio nazionale, e la scelta di andare in altri Paesi, non siano legati a limiti economici". Così il presidente della Società italiana di Fertilità e sterilità-Medicina della riproduzione (Sifes-Mr), Filippo Maria Ubaldi, sul caso della donna deceduta in Moldova dopo un intervento legato a un trattamento di fecondazione assistita.

"Sulla questione – precisa – non si può entrare nel merito: tutte le procedure mediche hanno un margine di rischio e dunque spetta ora alla magistratura fare le dovute indagini".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli