Federanziani: in Italia 11 milioni prestazioni rinviate nel lockdown -2-

Cro-Mpd

Roma, 4 giu. (askanews) - Possiamo costruire insieme, con voi pazienti e medici, un'efficace proposta da avanzare in sede europea, mettendo insieme una lista di priorit strategiche che vanno dall'ampliamento degli organici alla qualit delle strumentazioni nelle strutture diffuse capillarmente sul territorio, passando per un doveroso aumento degli emolumenti che ci ponga in linea con la media europea occidentale - ha dichiarato il Vice Presidente del Parlamento Europeo Fabio Massimo Castaldo - .Le proposte del vostro gruppo di lavoro, che rappresenta in modo ampio la medicina del territorio e i pazienti, possono essere acquisite formalmente e diventare dei modelli fortemente consigliati per gli Stati membri, rendendo il raggiungimento di certi standard necessario per l'accesso ai fondi di nuova istituzione, anche eventualmente collegando all'acquisizione delle indicazioni europee che terranno conto dei vostri suggerimenti una maggiore velocit di erogazione dei fondi stessi. Si detto falsamente che l'Italia non vuole il MES perch non vuole investire nel comparto sanitario: al contrario, le nostre critiche riguardano il framework di questo strumento e in particolare la confermata applicazione di due articoli che aprono la strada al rischio di manovre correttive verso i Paesi nella fase di rientro, interventi che potrebbero impattare sui settori pi critici della spesa corrente proprio come il sistema sanitario stesso. Insomma, una mela avvelenata alla quale preferiamo altri strumenti ben pi ambiziosi e flessibili come il Next Generation Eu. L'obiettivo investire nella resilienza dei sistemi sanitari, favorendo lo sviluppo di linee guida e protocolli sanitari comuni, centri di coordinamento per l'approvvigionamento e lo stoccaggio dei materiali, una produzione di presidi sanitari e medicinali strategici che sia riportata nel territorio europeo e italiano per affrontare al meglio le crisi, come si visto nei casi dei DPI. Ma servir anche una riserva di personale sanitario e di esperti che possa essere mobilitata rapidamente in caso di crisi. Perch senza il fattore umano, senza mettere al centro del sistema la professionalit da voi garantita e il rapporto medico paziente noi falliremo sicuramente gli obiettivi che ci stiamo dando.