Federer salta Australian Open, è la prima volta in carriera

·2 minuto per la lettura

AGI - Niente Australian Open per Roger Federer che per la prima volta in carriera salterà l'appuntamento di Melbourne in cui ha trionfato sei volte. Lo hanno reso noto gli organizzatori. Il 39enne campione svizzero, fermo da febbraio, ha ricominciato ad allenarsi ma non si è ancora ripreso del tutto dal doppio intervento chirurgico al ginocchio e non potrà partecipare al torneo che si aprirà l'8 febbraio. 

King Roger non si era perso un solo Australian Open dal suo esordio nel 2000. "E' molto deluso ma lo aspettiamo per l'edizione 2022", ha fatto sapere il responsabile del torneo, Craig Tiley. 

Roger Federer è stato protagonista anche nell'ultimo slam a cui ha partecipato (non solo in Australia), lo scorso anno a Melbourne. A 38 anni lo svizzero ha annullato ben sette match point per avere ragione nei quarti di finale dello statunitense Tenny Sandgren, piegato 6-3, 2-6, 2-6, 7-6(8) 6-3 dopo una maratona di tre ore e mezzo. In semifinale, nella 50esima sfida contro Novak Djokovic, Federer ha poi dovuto cedere il passo al serbo n.1 del mondo: dopo essere stato in vantaggio nel primo set, lo svizzero è però stato sconfitto in tre set per 7-6, 6-4, 6-3. Il campione elvetico è sceso in campo nonostante un infortunio all'adduttore della gamba destra che ha pregiudicato in modo evidente i suoi movimenti.

A quasi 40 anni (li compirà l'8 agosto 2021) Federer non sembra volersi arrendere all'età che passa e continua ad annunciare il suo imminente ritorno in campo malgrado nel 2020 abbia giocato poche partite perché si è dovuto sottoporre a due operazioni al ginocchio. Lo scorso 6 novembre ha pubblicato una foto e un messaggio per i suoi fan sui social, "Back to work". Roger Federer ha così comunicato di aver ricominciato a lavorare per tornare a giocare, come ha già annunciato, nel 2021. E lo farà a modo suo. A giugno, infatti, aveva già spiegato quale sarà la sua tabella di marcia per tornare sui campi: "Adesso, proprio come ho fatto fino alla stagione 2017, ho in programma di prendermi il tempo necessario per tornare al 100% pronto a giocare ai miei massimi livelli. Mi mancheranno i tifosi e il circuito ma sono impaziente di rivedervi tutti all'inizio della stagione 2021".    

Allora, quando già in molti davano per scontato che a 36 anni non potesse più tornare ai suoi livelli, ha stupito tutti con prestazioni eccezionali che lo hanno riportato nel 2018 al n.1 del ranking mondiale. Oggi i fan sognano una nuova rinascita, contro la logica e, soprattutto, contro il tempo che passa.