Federica Panicucci e il marito denunciati: i motivi e i risvolti

Federica Panicucci e Marco Bacini

Federica Panicucci e il marito Marco Bacini sono stati accusati di aver violato i diritti d’autore utilizzando per una linea di abbigliamento un’immagine appartenente a un’artista che non ha mai concesso l’utilizzo della propria opera. Le cose potrebbero mettersi molto male per la Panicucci e le aziende di cui suo marito è a capo.

Federica Panicucci e il marito “rubano” Marilyn

Federica Panicucci e il marito Marco Bacini gestiscono alcune aziende di fashion che producono abiti casual e pop: B&G Luxury Goods, Just4fun e Panicucci.

Uno dei prodotti più reclamizzati dalla presentatrice, che ha deciso di indossare la creazione del proprio brand sia su Instagram sia durante alcune trasmissioni televisive, è una t shirt con la stampa del volto di Marilyn Monroe “macchiato” da un’esplosione di inchiostro nero.

L’opera in questione è la rielaborazione di un famosissimo ritratto di Marilyn Monroe realizzato dal padre della pop – art Andy Warhol. Il ritratto in questione fa parte della serie di iconiche rielaborazioni del volto dell’attrice che Warhol produsse dopo la tragica scomparsa della Monroe.

L’artista Julian T è partito dall’opera di Andy Warhol per realizzarne una rielaborazione propria: sul volto sorridente di Marilyn l’artista ha realizzato una macchia di inchiostro nero attraverso una tecnica messa a punto dallo stesso Julian T e che consiste nel rompere sulla tela vasi di vetro o di cristallo pieni d’inchiostro.

L’opera di Julian T è stata utilizzata senza il consenso dell’artista, il quale oggi chiede che gli siano pagati i diritti d’autore.

Federica Panicucci e il marito corrono ai ripari

La diffida è stata presentata dall’artista attraverso l’opera del legale Antonio Leone, il quale ha potuto constatare che fortunatamente, dopo la segnalazione legale da parte del suo cliente, i capi di abbigliamento che riportavano l’opera Impact Marilyn Monroe erano stati rimossi dagli e.commerce e dagli altri siti web che pubblicizzavano i capi realizzati dalle aziende di Panicucci e Bacini.

Questo certamente costituirà un’attenuante, ma con ogni probabilità i titolari delle aziende che hanno utilizzato l’opera di Julian T senza permesso saranno costretti a pagare profumatamente l’artista “derubato”.

Cos’è il diritto d’autore?

Il diritto d’autore è una branca del diritto privato che racchiude norme a tutela dei frutti dell’attività intellettuale. Ogni opera d’arte (fotografia, libro, quadro, scultura eccetera) può essere riprodotta e utilizzata a fini di lucro solo ed esclusivamente con il consenso dell’autore.

L’autore in questione ha inoltre il diritto di percepire un compenso monetario dopo aver concesso l’utilizzo delle sue opere.

Il diritto d’autore vale anche per la pubblicazione di cataloghi cartacei e digitali: non si può inserire, ad esempio, la fotografia di un’opera d’arte contemporanea sui propri social senza l’esplicito consenso dell’autore o, almeno, senza citarlo direttamente.