Federlazio: le Pmi del Lazio in stagnazione -2-

(Segue)

Roma, 9 ott. (askanews) - Nel Lazio - come spiega l'indagine di Federlazio - qualche segnale positivo lo si rileva anche dal saldo positivo tra imprese nate e cessate nel confronto I trimestre 2018-I trimestre 2019 (dati Infocamere) pari a +0,11% contro il -0,36% registrato a livello nazionale. Il tasso di disoccupazione nel Lazio rilevato nel II trimestre 2019 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente è passato da 11,7% a 11,6% mentre le ore di CIG sono aumentate dal I semestre 2018 al I semestre 2019 del 29,5%.

Nel I semestre 2019 il saldo di opinioni sull'andamento degli ordinativi per quanto concerne il mercato nazionale si attesta a +1,1 punti, facendo registrare una sensibile ulteriore riduzione dopo quella registrata tra il 1° e il 2° semestre 2018 (+9,3). Negativi i saldi relativi ai mercati internazionali: sia quelli dal mercato UE che passano da +6 punti a - 2,7, sia ancor più quelli dal mercato extra-UE, che flettono da +8,5 punti del semestre scorso a -9,1 della prima metà del 2019. Anche il saldo di opinioni sul fatturato dal mercato domestico arretra da 12,6 punti a 1,7.