Federpesca: segnale positivo linee guida Patuanelli

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 11 mar. (askanews) - "Abbiamo davvero apprezzato le parole del Ministro nel ricordare l'importanza delle attività di pesca e acquacoltura nel garantire l'approvvigionamento di prodotti ittici in un momento ancora più difficile a causa della pandemia in corso". Così in una nota Federpesca commenta le linee guida del dicastero illustrate dal ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Stefano Patuanelli, il 9 marzo davanti alla Commissione Agricoltura del Senato.

Apprezzato anche "il passaggio sulla necessità di valorizzare e modernizzare il settore della pesca in una chiave di sviluppo dell'intero Paese. L'Italia deve infatti scommettere sull'economia del mare in termini di competitività dell'intero Paese e di valorizzazione delle comunità costiere. Il Ministro Patuanelli - ricorda Federpesca - ha poi fatto un passaggio fondamentale sulla necessità di coniugare la sostenibilità ambientale con la necessaria sostenibilità economica e sociale delle imprese di pesca, attualmente in una fase di estrema difficoltà".

Una sfida che Federpesca "ha rappresentato più volte alle istituzioni e su cui è necessario un significativo cambio di paradigma. Tra le altre cose la necessità di puntare sull'obiettivo di rendere le imprese più competitive investendo su certificazione dei prodotti, contratti di filiera, infrastrutture portuali, formazione, strumenti di ammortizzazione sociale strutturati. Tutte questioni - fa sapere Federpesca - che abbiamo già rappresentato alle commissioni parlamentari in merito al Piano Nazionale di ripresa e Resilienza e su cui auspichiamo che il nuovo Ministro voglia promuovere un confronto approfondito già nei prossimi giorni per passare subito ad una fase operativa di cui il settore ha estremo bisogno".