Fedez critica Salvini per gli assembramenti a Roma

fedez-contro-salvini manifestazione centrodestra

Continua a far discutere la manifestazione del centrodestra organizzata martedì 2 giugno a Roma a causa della violazione delle norme anti contagio tra cui il divieto di assembramento: ad essersi unito alle polemiche è stato Fedez che, dopo aver pubblicato una fotografia ritraente la folla che issava un tricolore lungo 500 metri, ha commentato con un “Ora non si fa nemmeno più finta che la legge sia uguale per tutti“.

Fedez contro la manifestazione di centrodestra

La critica è stata rivolta espressamente al leader della Lega tanto che il cantante ha accompagnato la suddetta frase con l’hashtag #SalviniVergognati. Una polemica sorta per il non rispetto delle misure anti coronavirus dato che non tutti hanno mantenuto una distanza interpersonale di un metro, indossato mascherine e evitato il contatto. Il numero uno del Carroccio ha comunque difeso l’evento definendola una manifestazione composta e ordinata, “poi quando hai tanta gente non puoi tenerla lontana..“.

I commenti comparsi sotto il post di Fedez mostrano un popolo di Twitter spaccato in due. Tanti si sono detti d’accordo con lui parlando di un centrodestra irresponsabile e auspicandosi che anche altri personaggi prendano posizione in merito.

In molti hanno però criticato il rapper per mancanza di onestà intellettuale e per non aver espresso la stessa indignazione per i cortei del 25 aprile, per la folla radunatasi a osservare il passaggio delle Frecce Tricolori o per le decine di persone accorse a Codogno per la visita del Presidente Mattarella. “Sono liberi cittadini che hanno scelto di unirsi ad un corteo pubblico, perché fino ad adesso sono stati sottomessi dallo stato e non riescono ad andare avanti. Non giudichiamo solo perché di destra, e ricordiamo che ha fatto la sinistra il 25 aprile“, ha aggiunto un altro utente.