Fedez e 1 maggio, Di Mare convocato in Vigilanza Rai

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Caso Fedez-Rai, il direttore di Rai3 Franco Di Mare è stato convocato alle ore 19 di mercoledì prossimo 5 maggio dalla Commissione parlamentare di Vigilanza Rai.

Intanto, a parlare ieri del caso era stato l'Ad Rai Fabrizio Salini in una nota. "In merito all’intervento di Fedez al Concerto del Primo Maggio - si legge -, Rai3 ha spiegato di non aver mai censurato Fedez né altri artisti né di aver chiesto testi per una censura di qualsiasi tipo. Questo deve essere chiaro, senza equivoci e non accettiamo strumentalizzazioni che possano ledere la dignità aziendale e dei suoi dipendenti".

"In questi tre anni - spiegava ancora - ho sempre cercato in tutti i modi di garantire che in Rai fosse assicurata pluralità di voci e di opinioni perché ritengo sia il principale obiettivo della mission di Servizio pubblico. Lo testimonia la nostra programmazione tutti i giorni su tutti i canali televisivi, in radio e su RaiPlay. Di certo in Rai non esiste e non deve esistere nessun “sistema” e se qualcuno, parlando in modo appropriato per conto e a nome della Rai, ha usato questa parola mi scuso. Su questo - chiariva Salini - assicuro che sarà fatta luce con gli organizzatori del Concerto, che la Rai acquista e manda in onda fin dalla sua prima edizione, per capire come sia stato possibile soltanto ipotizzare un’aberrazione del genere e se esistano delle responsabilità aziendali".

"Ringrazio profondamente tutti gli artisti che ieri si sono esibiti con performance straordinarie studiate appositamente per la Festa del lavoro, che danno lustro al Servizio Pubblico e ci hanno mostrato in modo evidente quanto l’arte sia fondamentale per la rinascita del Paese", concludeva Salini.