Fedez invia una mail alla Vigilanza Rai, il presidente Barachini: "Irrispettoso"

·1 minuto per la lettura
Fedez
Fedez

Fedez ha chiesto alla commissione di Vigilanza Rai di essere ascoltato in merito al caso del 1° maggio, ma a quanto pare l’audizione non gli sarebbe stata concessa. Il rapper sarebbe stato comunque invitato ad inviare una memoria sui fatti accaduti prima del suo sul palco del Concertone e per tutta risposta lui avrebbe inviato un’email contente delle emoticon a forma di clown.

Fedez: l’email alla Vigilanza Rai

Fedez ha scatenato un putiferio in Vigilanza Rai dove avrebbe inviato un’email contenete 3 emoticon a forma di clown dopo il no della commissione al suo colloquio. “Questa mattina ho inviato al dott. Fedez una lettera con la quale ho rinnovato l’invito a trasmettere alla Commissione di vigilanza una memoria”, ha raccontato il presidente della Vigilanza Rai Alberto Barachini, e ancora: “La sua risposta, tre emoticon con clown, denota invece una mancanza di rispetto per l’istituzione parlamentare e della Commissione che mi onoro di presiedere. Di questo sono amareggiato”. Anche il capogruppo Pd in Commissione di Vigilanza, Valeria Fedeli, ha tuonato contro il rapper: “Fedez è libero di esprimere il suo pensiero e la sua opinione ma irridere e offendere un’istituzione è una mancanza di rispetto non tanto e solo verso nei commissari e commissarie ma verso i cittadini e le cittadine che le istituzioni rappresentano”.

Fedez: la querela della Rai

Nei giorni scorsi il rapper ha fatto sapere che la Rai lo avrebbe querelato per diffamazione a seguito di quanto accaduto al concertone del 1° maggio, dove lui aveva eseguito un discorso in sostegno del DDL Zan citando alcuni esponenti della Lega e le loro frasi dai contenuti omofobi. Il rapper aveva poi rivelato di aver avuto un colloquio telefonico con alcuni degli organizzatori dello show e la vicedirettrice di Rai3 Ilaria Capitani. “Prima bugia davanti agli occhi di tutti. (…) A tutta la conversazione partecipa attivamente la vicedirettrice di Rai3. Il direttore di Rai3 sostiene che la Rai con il Primo Maggio non c’entri nulla e ne acquisisca solo i diritti. A maggior ragione sorge spontanea una domanda: a che titolo la vicedirettrice di Rai3 partecipa ad una conversazione in cui organizzazione e autori mi dicono di andare cauto nel fare nomi e cognomi e giudica lei stessa il mio intervento inopportuno?”, ha dichiarato il rapper, che ha più volte chiesto di essere ascoltato in vigilanza Rai.

Fedez: la reazione dopo la denuncia

Dopo la querela da parte della Rai il rapper ha detto di non essere pentito delle sue affermazioni e ha fatto sapere che a sua volta avrebbe denunciato il direttore di Rai3 Franco Di Mare. Al momento il rapper non ha confermato o smentito la notizia della sua email con le emoticon a forma di clown.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli