Fedez, madre lo sgrida durante la presentazione de La dolce vita: "Non bere"

fedez madre lo sgrida
fedez madre lo sgrida

Durante la presentazione social del nuovo singolo intitolato La dolce vita, Fedez è stato sgridato dalla madre Tatiana. La signora, in prima fila per assistere alla diretta del pargolo, lo ha ripreso quando l’ha visto bere qualcosa che sembrava spumante.

Fedez: la madre lo sgrida in diretta social

Fedez, Tananai e Mara Sattei hanno lanciato un brano destinato ad essere l’hit più ascoltata dell’estate 2022: La dolce vita. Federico Lucia, per presentare al meglio la nuova canzone, ha regalato ai fan una diretta social unica, andata in scena dopo la mezzanotte. Ovviamente, tra coloro che assitevano alla presentazione c’erano anche la moglie Chiara Ferragni e la madre Tatiana, all’angrafe Annamaria Berrinzaghi. E’ stata quest’ultima, nel bel mezzo della diretta, a sgridare il figlio davanti a tutti.

Le parole di mamma Tatiana

Ad un certo punto della diretta, Fedez ha bevuto da una sorta di borraccia con tanto di cannuccia. In molti hanno pensato che Federico stesse festeggiando con un goccio di spumante, compresa la madre Tatiana, che ha subito commentato:

Non bere ca**o”.

Al genitore ha fatto eco Chiara Ferragni, che ha tuonato: “Sei davvero scemo, devo dirlo”. Fedez, resosi conto dei loro commenti, le ha subito tranquillizzate:

“E’ l’acqua di Leone. So che non devo bere, me lo ha detto il medico”.

Tatiana, però, non accetta repliche: “Non dire cavolate“.

Fedez: niente tour per l’estate 2022

Dopo essere stato sgridato dalla madre, Fedez ha ammesso che non farà nessun tour nel corso dell’estate 2022. L’operazione per il cancro è avvenuta solo qualche settimana fa e non se la sente di portare in scena tanti concerti. Ha dichiarato:

“Niente tour, non reggo: ho avuto un cancro. (…) Non ho il fisico per fare un tour. (…) Mi piace essere così diretto”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli