Fedez: nuova battaglia legale da parte dell'Associazione Consumatori

fedez codacons atto giudiziario

Qualche settimana fa, in piena emergenza Coronavirus, il Codacons aveva annunciato una battaglia legale nei confronti di Fedez. Oggi quella minaccia è diventata realtà: Federico Lucia, attraverso i suoi canali social, ha mostrato ai fan la cartella con su scritto “Notificazione di atti giudiziari”.

Fedez e Codacons: l’atto giudiziario

Il Codacons lo aveva promesso e lo ha fatto: ha denunciato Fedez per la raccolta fondi messa in piedi nel corso dell’emergenza Coronavirus in favore dell’ospedale San Raffaele di Milano. Il rapper e Chiara Ferragni, per quanti avessero una memoria scarsa, in piena emergenza sanitaria hanno lanciato una campagna per raccogliere denaro su GoFundMe. I Ferragnez, grazie al sostegno di tanti altri volti del mondo dello spettacolo, hanno ‘racimolato’ oltre 4 milioni di euro. I soldi sono serviti per attivare 14 nuovi posti letto di terapia intensiva e realizzarne altrettanti.

Cosa hanno fatto di sbagliato? Assolutamente nulla, ma non per il Codacons. L’Antitrust era intervenuta imponendo a GoFundMe l’eliminazione immediata del “meccanismo di preselezione della commissione facoltativa”. Ogni persona che faceva una donazione, quindi, dava il 10% alla piattaforma a meno che non disattivasse l’opzione. L’opzione è stata poi disattivata, ma il Codacons è intervenuto per denunciare queste donazioni ritenendole “ingannevoli“.

Fedez, ovviamente, non ha preso bene la denuncia e appena gli è arrivata la notifica dell’atto giudiziario l’ha mostrata sui social. A didascalia dell’immagine ha scritto: “Ragazzi non so quali ricordi vi abbia lasciato la quarantena, per quello che mi riguarda è questo”. Assurdo, davvero assurdo.