Fedez a processo per una lite col vicino: la testimonianza di Rovazzi

fedez-processo-lite-rovazzi

Lo scorso 21 novembre, ma la notizia è emersa solo nella giornata di giovedì 28, il rapper Fedez si è trovato ad essere imputato nel processo riguardante una lite avvenuta nel 2016 con un suo vicino di casa. Il musicista 30enne è indagato per lesione e accusato di aver sferrato un pugno al volto del suo vicino durante il litigio, causando a quest’ultimo un trauma cranico con conseguente ricovero in ospedale. Chiamato a testimoniare anche Fabio Rovazzi, che nel suo intervento ha deposto a favore dell’ormai ex amico.

Fedez a processo per una lite

Stando alla versione dei fatti riportata dal vicino di casa, la lite sarebbe scaturita a causa del comportamento del rapper milanese che stava ascoltando la musica ad un volume troppo alto. Dopo avergli chiesto di abbassarlo, Fedez avrebbe quindi reagito in maniera violenza aggredendo il vicino con un pugno in pieno volto. Il colpo avrebbe in seguito causato un lieve trauma cranico per il quale furono necessari dieci giorni di prognosi.

La testimonianza di Rovazzi

La versione del vicino viene però smentita dallo stesso Fedez nonché dall’altro testimone diretto dei fatti: il cantante e videomaker Fabio Rovazzi. Chiamato a deporre davanti al giudice di pace Tommaso Cataldi, Rovazzi ha infatti affermato come sia stato in realtà il vicino ad aggredire Fedez con un pugno in faccia, peraltro entrando illegittimamente all’interno del suo appartamento. L’ambulanza giunta sul posto sarebbe dunque stata chiamata (da Rovazzi stesso) per soccorrere il rapper e non il vicino come precedentemente dichiarato.